Home - La razza  - Il Consorzio  - I prodotti  - Contattaci  
  
 

Il progetto della Provincia di Modena "SALVIAMO LA MODENESE"

Il percorso verso un'agricoltura sempre più iperproduttiva non ha risolto il problema di sfamare le popolazioni del mondo, ma ha prodotto altri numerosi problemi (come l'inquinamento dell'aria, dell'acqua, del suolo) e ha inciso negativamente sulla salute pubblica, sulla qualità nutritiva degli alimenti, sulla cultura dell'agricoltura, sull'esistenza di numerose piante e animali che per millenni hanno alimentato gran parte del mondo.

In meno di un secolo trecentomila varietà di piante si sono estinte e oggi il 95% della popolazione del mondo si alimenta con meno di trenta piante. Oltre un terzo delle razze autoctone bovine, suine, equine, ovine, avicole ecc. è estinto o in via di estinzione.

Salviamo la Modenese è un impegno della Provincia di Modena che attraverso la valorizzazione degli uomini e delle donne "custodi" di questa razza autoctona e a rischio di estinzione, da più di cent'anni strettamente collegata alla produzione del Parmigiano-Reggiano, vuole sviluppare un'agricoltura sostenibile e di qualità, perché ci sia nel futuro un futuro per l'agricoltura.

Il progetto della Provincia di Modena, Assessorato Agricoltura e Alimentazione, a tutela della biodiversità animale attraverso il recupero e la valorizzazione della razza bovina autoctona Bianca Modenese si compone di 2 parti principali: una parte tecnica volta all'aumento numerico dei capi, alla conservazione genetica, alla tracciabilità dei prodotti, alla produzione di Parmigiano-Reggiano e alla valorizzazione della carne; una parte promozionale volta alla diffusione della conoscenza della razza, all'attivazione di canali di comunicazione efficaci ed alla collaborazione con importanti associazioni che si occupano di tutela e valorizzazione di razze autoctone e prodotti tradizionali di alta qualità.

Parte tecnica:

  • Convenzione tra la Provincia di Modena, un caseificio e alcuni allevatori che ha permesso di iniziare la produzione giornaliera di una forma di Parmigiano-Reggiano di solo latte di Bianca modenese a partire dal 4 aprile 2005.

  • Collaborazione con l'Apa di Modena per l'esame della situazione genetica della razza, la definizione di un progetto complessivo che permetta un'attenta attività di selezione dei capi, l'acquisto di riproduttori e la creazione di nuovi nuclei aziendali, il proseguimento dell'embryo transfer e dello stoccaggio del seme. Inoltre ci si prefigge l'obiettivo di garantire la tracciabilità e l'etichettatura dei prodotti derivati da questa razza: la carne e il Parmigiano-Reggiano.

Parte promozionale:

  • Collaborazione con Slow Food per l'attivazione di un presidio che permetta il salvataggio della razza e la valorizzazione dei suoi prodotti: carne e formaggio Parmigiano-Reggiano di solo latte di Bianca modenese.

  • Partecipazione a fiere ed eventi di carattere internazionale: Cheese (Brà CN), Olimpiadi dei formaggi di montagna (Verona), Salone del Gusto (Torino) per diffondere la conoscenza dell'iniziativa e della razza stessa.

  • Definizione di un circuito della Bianca modenese (a cura di alcuni allevatori e strutture collegate) che permetta a turisti, giornalisti e altri soggetti interessati di avvicinarsi ai luoghi di allevamento e produzione, di assaporare menù tipici, di conoscere i luoghi in cui si custodiscono queste tradizioni e soprattutto gli uomini e le donne "custodi" di queste culture.

  • Creazione di un canale di vendita diretta dei prodotti di Bianca modenese (Parmigiano-Reggiano e carne) attraverso la costituzione di un Consorzio di Produttori.


Graziano Poggioli
Assessore Agricoltura e Alimentazione della Provincia di Modena